+cacciavite e foglia d'oro

CilindroSmeraldo, 2019 pittura su polistirolo, 2021 cappello


"SenzaTitolo"

2022+2023, Legno cartone pittura acrilica ceramica, 25x100

"F"

2023, legno dipinto, polistirolo filo di ferro, 25X50

GialloOro, 2024, colori ad acqua con foglia d'oro.

"Tenaglia e chiodo"

2023, pittura su legno, tenaglia e chiodo.

 L’opera, simile a un orologio, batte un tempo estetico corto.

 La prima battuta neutra: fatta di fondo arancio e di bianco coprente e il “tempo due”: della bacchetta di legno con piccola ruota, resina e colore blu in affondo. Quest’ultima è stata applicata subito dopo che il fondo bianco si asciugasse.

In quest’opera il tempo di giacenza è più corto (venerdì il quadrante bianco, domenica le lancette delle ore e dei secondi.

"TempoCorto", 2023 dicembre, tela circolare, legno resina, pittura.


2018 ceramica e cera 2020

2013, Pittura acrilica su cartone, 120X100, Matita, +Fuoco

2008+blu23

2008, legno, schiuma cucchiaio, 2023 pittura blu, pinza

"Qquadro" 2023, 120X100, colori ad acqua e nitro su tela e 3 chiodi.

La serie "OperaDue"

La serie OperaDue è stata eseguita in due battute di lavoro: la prima consiste nell'inizio dell’opera, definito punto A, l’origine. Da qui prende corpo il tempo, il vuoto di sedimentazione, il quale può occupare anni, lasciando così l’opera al chiodo, in uno stato di sospensione. Succede che, dopo il distacco necessario dall’opera, sopraggiunge l’idea, la digestione creativa, chiamata DUE, che determina la fine stessa del lavoro.

Vivere sotto l'arco

Per semplificare si consideri un arco, la cui prima colonna rappresenta il punto A, mentre l’altra indica quel che viene definito come OperaDUE; infine l’immaginaria curvatura dell’arco individua il tempo di sospensione tra il punto A e OperaDUE.


Spesso le opere appartengono alla quotidianità di un creatore, riempiono le stanze della sua vita, finché l’opera, una volta matura (OperaDUE) viene nascosta venduta donata perchè non gli appartiene più.


"SottoLaTerra"
2020 cartone, polistirolo, legnetti,  lampo, un pennello, 2022 Legno dipinto

Manca qualcosa. 2012, legno pittura all'acqua, viti, evidenziatore.

"Torre", 2021, ceramica, 1matita, pittura ad acqua su tavola. 30X30

L’OGGETTO

Gli oggetti, prima usati secondo la loro funzione originaria, sono ora collocati nell’opera su una tavola di legno dipinta e sono essi stessi a determinare il titolo del lavoro.  

In un tempo l'oggetto è stato reso partecipe dell'opera, solo con valenza estetica, diventandone a volte la figura principale, tuttavia poi “con i vari lavori ha riacquistato la valenza che ha nella vita quotidiana (l’essere usato e l’essere messo di nuovo a posto nell'opera d'arte, con valenza estetica ma anche funzionale).



3Forbici
+DUE

2022 Uno, Due, Tre forbici, 2020 legno dipinto

Uno


 Un padre e un figlio, Il figlio e il padre.

DEDALO

Sulla tavoletta a fondo Blu sono rappresentate le ali di Icaro, che il padre nel mito ha costruito per il figlio. Sul retro: colore fluorescente notturno (steso pensando a Van Gogh 2018) e poi (2020) un cappello da prete che copre il tutto .



B55, 2009

"Cuffia e occhiali"

René François Ghislain Magritte 2012

T4V

Legno multistrato dipinte con gli acrilici. Le tavolette di volta sono state dipinte seguendo/leggendo la trama del legno. Dipinte singolarmente e in coppia poi installate separatamente con altre opere polimateriche (come nella figura 2 e 3, sopra, con il lampadario “mico”). Le tavolette si muovono con l’aria che circola nella stanza, quasi tutte sono state dipinte fronte retro e di lato (come continuare una lettura del legno e del colore, oltre la forma geometrica del perimetro).

L’opera fa parte di una serie dal nome “Tra me e il Legno” iniziata nel febbraio 2020.

Altro materiale: viti, filo di nylon, filo di ferro, un lampadario (vecchio), una serpentina luci led 3m ca, una piccola scultura “mico” foto 2 e 3.


T4V45
"T4Vp Tra me del Legno"
2020 "isolamento"
ESTATEcovid
"Tempo21"

Tempo21

2021, Legno multistrato dipinto, Ceramica (torretta), pezzo giocattolo avvolto nell'alluminio  (braccio di mostro), Orologio da tasca.

Orizzontali ConBluBianco 2020-22, pittura su tavola, 100x50


Quest’opera fa parte della collezione OperaDue per il colore blu e non per l’oggetto che nel tempo è suggerito successivamente. Nella prima immagine (sopra) prima non è presente intervento finale (segno blu con tempera bianca, sotto).

aPieroGilardi

“guerre”

2011, pittura su tavola, chiavi e chiodi.

Il titolo è guerra in francese.

Ripropongo quest’opera al contrario fatta in occasione dell'intervento francese nella guerra Libica, dove fu ucciso Gheddafi.

i fatti

Il 21 ottobre 2011 cade, dopo un assedio di 2 mesi, la città di Sirte, nella quale Muʿammar Gheddafi, dopo aver lasciato Tripoli, si era asserragliato dal 21 agosto 2011. Mu'ammar Gheddafi, risultando vana ogni difesa, tenta di guadagnare il deserto per continuare la lotta ma il suo convoglio viene attaccato da parte di aerei francesi NATO. Raggiunto da elementi del CNT, Gheddafi viene catturato vivo ma subito ucciso.

"VideoEvento pittorico-Ancona", 2004-05, pinza, cucchiai, corda, tavoletta.

LaGuerraRussoUcraina febbraio 2022, Legno dipinto, Lana, Ceramica.

LaGuerraRussoUcraina

febbraio 2022, Legno dipinto, Lana, Ceramica.

serie: 8Cassa9,


"Coltello da cucina"

2022, Legni dipinti, 1Coltello, 1Calamita di una cassa audio, Viti, Chiodi


 serie "8cassa9", 2008-2023, 1Casse acustiche, Testa di trapano, 1Matita, Quadro elettrico, installazione sonora